top of page
  • Shirll Weirdrow

Il Giardino del Tempo - Prologo

Fedora: c’è qualcuno online?

Klizia: ciao Fedora

Rugiada_della_Sera: ciao Fedora, io ci sono

Klizia: come stai?

Fedora: Non bene. Non ho dormito molto.

Rugiada_della_Sera: hai avuto una delle tue visioni?

Fedora: :( spero proprio di no!

Klizia: come mai?

Fedora: vi assicuro che non è stato un sogno che speri di poter vivere nella realtà!

Fedora: è stato un incubo di quelli che ti lasciano con l’angoscia per il resto della vita, e se si dovesse avverare, temo che sarebbe una vita molto breve

Giacinto: la tua vita non sarà breve, Fedora

Fedora: grazie Giacinto <3

Fedora: ma se quel sogno dovesse avverarsi, non solo la mia vita, ma quella di tutti noi non durerebbe che un battito di ciglia

Rugiada_della_Sera: oggi sei davvero negativa

Rugiada_della_Sera: cosa hai sognato di tanto spaventoso? La fine del mondo?

Fedora: …

Rugiada_della_Sera: STAI SCHERZANDO, VERO?

Admin: Rugiada, è vietato urlare nella chat del forum

Rugiada_della_Sera: IO URLO QUANTO VOGLIO!

Admin: Rugiada, questo è il secondo avvertimento. Se non togli il caps lock sarò costretto a bannarti dalla chat

Arwin97: cosa sta succedendo? Perché Rugiada rischia il ban?

Rugiada_della_Sera: Glauco, ma lo hai letto quello che ha scritto Fedora? E secondo te non dovrei urlare?

Admin: ciao Arwin97, ben arrivata

Klizia: Fedora ha sognato la fine del mondo e Rugiada ha dato via di matto

Rugiada_della_Sera: sto urlando anche qui in casa!

Arwin97: COSA?!!

Arwin97: Fedora dimmi che è uno scherzo! Non hai mai sbagliato una previsione.

Admin: -_- anche tu ti ci metti, Arwin?

Fedora: ragazze, è stato solo un incubo. Ieri sera ho mangiato pesante.

Fedora: non è che solo perché ho fatto un incubo ora la Terra smetterà di ruotare!

Arwin97: scusa Glauco ^^

Klizia: smetteva di girare, nel tuo sogno?

Fedora: no :/

Arwin97: però con tutte le guerre che ci sono, la pandemia, Putin, la Corea che fa test nucleari, gli attentati, i terremoti…

Arwin97: cosa hai sognato per l’esattezza?

Estrella: non credete di stare un po’ esagerando?

Rugiada_della_Sera: perché, Estrella?

Estrella: Fedora è brava a indovinare cose e voi siete brave a interpretare le sue “visioni” dando un significato mistico a delle mere coincidenze, ma da qui a credere che il mondo stia per finire solo perché lo dice lei…

Rugiada_della_Sera: sei solo invidiosa perché lei è una vera strega, mentre tu non hai un briciolo di potere

Giacinto: il potere di Fedora è reale. Fareste bene a darle ascolto

Fedora: Giacinto, non mettertici pure tu…

Estrella: Rugiada, sono tentata di farti un maleficio solo per mostrarti il briciolo di potere che ho a disposizione

Arwin97: Estrella! Non dirlo nemmeno per scherzo!

Admin: Estrella, visto che sei iscritta al forum già da diverso tempo, dovresti sapere che non è saggio fare una maleficio: tornano sempre indietro moltiplicati per tre

Arwin97: ben detto, Glauco

Estrella: sì sì, certo, se ne siete convinti…

Fedora: qualcuno di voi ha mai sentito parlare del Giardino del Tempo?

Klizia: no, mai sentito nominare

Estrella: cosa ne sai del Giardino del Tempo?

Fedora: lo ho sognato questa notte e mi sembrava importante.

Agnes: cosa hai sognato di preciso?

Klizia: ciao Agnes, ben arrivata

Rugiada_della_Sera: Agnes! Meno male che ti sei connessa! Abbiamo davvero bisogno di te

Giacinto: ciao Agnes

Admin: ben arrivata Agnes

Fedora: Agnes <3

Arwin97: ciao ^^

Agnes: ciao a tutti

Agnes: Fedora?

Fedora: questa notte ho fatto un incubo che mi ha lasciato una brutta sensazione.

Fedora: sì. Ti sto rispondendo Agnes ^^

Rugiada_della_Sera: era di questo che stavamo parlando quando ti sei connessa

Agnes: scusa. Scrivi pure con calma.

Fedora: Ero in un giardino ben curato, di quelli con una recinzione di metallo e le colonne di cemento agli angoli. Eppure all’interno il giardino non sembrava delimitato in alcun modo. Aveva un confine esterno, ma dentro era infinito.

Arwin97: come il Tardis del dottor Who *_*

Fedora: sì, qualcosa del genere. Ma il giardino era davvero senza fine, non era semplicemente più grande all’interno.

Fedora: non so come, ma sapevo di trovarmi nel “Giardino del Tempo” e sentivo di poter rimanere lì per sempre. Ma all’improvviso un vortice si è aperto nel bel mezzo del prato in cui stavo camminando. Era come se qualcuno avesse tolto il tappo da una vasca e tutto venisse risucchiato giù per lo scarico. Anche la Terra stava finendo là dentro

Fedora: quando il vortice si è aperto, la mia prospettiva è cambiata: vedevo il mondo e tutto l’universo che venivano risucchiati via. A quel punto mi sono svegliata con un’angoscia terribile.

Estrella: hai fatto qualche altro sogno prima di questo? Magari collegato…

Fedora: no…

Arwin97: oddio, pensate che potrebbe davvero accadere una cosa del genere?

Rugiada_della_Sera: ma sei scema? Non è un sogno che si avvererà così come lo ha descritto. È un’allegoria

Arwin97: già, hai ragione ^^

Admin: Rugiada, modera il linguaggio

Estrella: sei sicura di non aver sognato altro?

Fedora: sì, non ho fatto altri sogni. Né prima né dopo

Klizia: secondo voi cosa può significare?

Fedora: Agnes?

Agnes: scusate. Stavo pensando

Klizia: Agnes, se qualcuno può interpretare il sogno di Fedora, quella sei tu

Agnes: Non sopravvalutarmi, Klizia

Agnes: Probabilmente ha ragione Rugiada, si tratta solo di un’allegoria, un’immagine astratta che il subconscio di Fedora ha creato per metterla in guardia dalla sua pigrizia.

Klizia: te la stai prendendo comoda con lo studio e l’appello si avvicina?

Fedora: ho finito gli esami da un pezzo, Klizia ^^

Arwin97: magari hai qualcos’altro in sospeso e il sogno voleva dire che, se non ti sbrighi, perderai la tua occasione. Può essere no?

Agnes: sì, ha senso.

Agnes: e tu, Fedora, cosa ne pensi?

Fedora: …

Fedora: È vero, ci sono molte decisioni che sto rimandando, ma…

Fedora: Non sembrava una cosa che riguardasse direttamente me. Era molto più importante.

Agnes: Nel sogno facevi qualcosa o rimanevi solo a guardare?

Fedora: Camminavo e basta. Non c’era nulla che io potessi fare. Il mondo veniva risucchiato via e io non potevo far altro che assistere, impotente.

Rugiada_della_Sera: Dev’essere stato terribile, assistere impotente alla fine del mondo!

Rugiada_della_Sera: speriamo che non accada sul serio!

Agnes: il mondo non verrà risucchiato giù per un tubo, tranquilla Rugiada

Klizia: bene, se Agnes è tranquilla, non c’è di che preoccuparci! Il mondo non finirà nemmeno questa volta!

Agnes: adesso devo salutarvi. Ci sentiamo presto.

Rugiada_della_Sera: ciao Agnes

Klizia: ciao

Admin: torna presto a trovarci

Fedora: ciao Agnes e grazie ancora

***

Agnes chiuse la chat e si appoggiò allo schienale della vecchia sedia. Accanto al monitor una coppia di candele spandeva un profumo pungente nella piccola stanza. La loro luce tremolante creava ombre permalose che si ritraevano rapide tra le foglie di un numero impreciso di piante aromatiche, tutte ben curate e rigogliose.

Le dita affusolate accarezzarono nervose il poggiabraccia in mogano, percorrendo le scanalature intagliate da un antico artigiano.

«Il Giardino del Tempo…» Il nome lasciò le labbra sottili, sciogliendosi nel silenzio che aleggiava attorno alla figura magra e pallida.

Come richiamato da quel accenno di rumore, un gatto dal pelo lungo saltò sull’angolo del vecchio e massiccio tavolo. Il mobile era stato intagliato secoli prima dalle stesse mani che avevano lavorato con amore alla sedia, ma adesso la superficie scura era graffiata dalle unghie del felino e dal moderno computer portatile.

Agnes sorrise al suo ospite, allungando la mano per grattargli il mento. «Non so cosa pensare, Cicero. Fedora ha indubbiamente dei poteri, e sono poteri che hanno a che fare con il Tempo. Ma io non sono in grado di capire se sia lei quella che cerchiamo.

«Ha parlato del Giardino. Potrebbe averlo fatto per scoprire se qualcuno sospetta di lei, se ci stiamo avvicinando, eppure è stata così convincente… D’altronde, se non è lei la vera strega, cos’ha a che fare con il Giardino del Tempo?»

Cicero strofinò il muso contro la mano della ragazza, costringendola ad accarezzagli tutto il corpo.

«Può agire in modo inconsapevole, dici? Mossa da eventi più grandi di lei?» Per qualche attimo Agnes lasciò che il gatto si strofinasse da sé contro la sua mano, ragionando. I suoi occhi seguivano pensieri e scenari che allontanavano la sua coscienza dal presente, portandola a perdersi in un mare di possibilità.

Cicero smise di strusciarsi sulle dita che andavano perdendo forza, la sua coda frustò ansiosa l’aria. Avvertendo l’immobilità del felino, gli occhi di Agnes tornarono a mettere a fuoco la notte oltre la finestra chiusa e con un sussulto lei tornò in sé. «Non ci riesco, continua a sfuggirmi qualcosa. La strega si nasconde bene».

Cicero saltò sulle ginocchia di Agnes senza che le sue unghie affilate smagliassero le calze a righe viola e nere. «Hai ragione, devo riuscire a incontrarla di persona. Quando sono entrata in quel forum di magia wicca non credevo veramente di trovare qualcosa di utile. Ho avuto fortuna, o forse sfortuna se mi sto facendo distrarre da uno specchietto per le allodole. Per capirlo devo incontrare Fedora e devo farlo al più presto.

«Nel caso il suo sogno sia un vero avvertimento, il tempo della razza umana è agli sgoccioli».

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page